Il gruppo di Volontariato Vincenziano, sempre vivo ed impegnato, continua con maggiore entusiasmo e convinzione la sua opera a favore delle persone, in particolare di quelle più emarginate. Le vecchie e nuove povertà vengono lette nella loro realtà e si cerca di dare risposte adeguate, certo non sempre facili ed esaustive.
In tutti i volontari, sia a livello privato che nell’insieme, è spiccato il senso di nuovo umanesimo, dietro l’esempio di Cristo ed è con questo costante atteggiamento che ci si approccia e si aiuta chi si trova nel bisogno.
La biblioteca, in questo compito, svolge un ruolo vitale, perché oltre a promuovere, nel territorio, la crescita culturale, umana e sociale tramite convegni, presentazione di libri ecc., rappresenta un punto di riferimento valido e solido, che crea aggregazione, conoscenza e strumento di aiuto.
In ogni periodo dell’anno vengono raggiunti soggetti più svariati quali turisti, stranieri, poveri, ammalati, persone sole, ragazzi in difficoltà ecc.
Fra iniziative: le cene di solidarietà con gli stranieri, il corso gratuito di informatica, corso di ricamo ecc.
Si è inoltre awiata una collaborazione intensa con l’Istituto Comprensivo di Davoli, con cui è stato siglato un Protocollo d’Intesa, che darà luogo alla realizzazione di progetti comuni finalizzati alla crescita globale dei ragazzi.
I prossimi appuntamenti sono: la mostra di beneficenza nei giorni 5, 6, 7 e 8 dicembre e la cena di S. Vincenzo con gli immigrati il 29 dicembre.